Français - Italiano
Il Festival

Il Festival

2 giorni
Poeti provenienti da tutto il Mediterraneo
Oltre 40 eventi tra letture, concerti, performance, racconti, laboratori
Una libreria dedicata alla poesia
Accesso libero e gratuito a tutti gli eventi


Due giorni pieni di poesia per iniziare l'estate

Il Festival per due giorni accoglie una trentina di poeti originari dai Paesi del Mediterraneo. Saranno presenti anche musicisti che accompagneranno i poeti durante le loro letture e daranno vita a concerti nelle postazioni a loro dedicate.
Oltre 40 eventi gratuiti sono proposti al ritmo di più di venti appuntamenti quotidiani.



La poesia, di Mediterraneo in Mediterraneo

Organizzato a Sète (France), nella città di Paul Valéry e di George Brassens, il Festival di poesia VOIX VIVES de Méditerranée en Méditerranée accoglie ogni anno numerosi poeti provenienti da tutti i Paesi del Mediterraneo.
Il Festival costituisce una vasta piattaforma aperta a tutte le rive, una rappresentazione simultanea di tutti i Paesi mediterranei, un ponte continuo tra popoli e culture, una pluralità di letture e di incontri, una condivisione di parole poetiche.
Per il pubblico si tratta di un' occasione originale e unica per scoprire una produzione poetica che nasce da una cultura mediterranea che è ad un tempo una e multipla, comune a tutti, nella quale ognuno può riconoscere sia le proprie radici che quelle dei propri vicini.
E' un invito rivolto a tutti per accedere alla poesia attraverso le voci degli stessi poeti , delle voci portatrici di libertà , di sguardi sul mondo, di domande, di incontri fra culture, di condivisione e solidarietà.
Un eccezionale territorio di scambi tra i popoli e le lingue attraverso la poesia.

Da Sète a Genova

Fondata sulla volontà di aprire un grande territorio alla poesia mediterranea contemporanea, l'accoglienza del Festival di Sète a Genova mette anche in evidenza i legami che uniscono queste due città.
Oltre alla loro identità portuale e la forte identità italiana di Sète (molti pescatori originari di Cetara, presso Napoli, vi si installarono fin dalla sua origine), il legame naturale tra le due città avviene attraverso Paul Valéry, nato a Sète e di madre genovese, e che conobbe a Genova una profonda crisi esistenziale durante la celebre "Nuit de Gènes" (tra il 4 e il 5 ottobre 1892).
Dopo quella notte, che egli ha sempre considerata come la vera origine della sua vita mentale, Valéry si decise a ripudiare gli idoli della letteratura, della'amore, dell'imprecisione, per consacrare l'essenza della sua esistenza a quello che chiama "la vita dello spirito".
Un altro legame, senza dubbio meno conosciuto, unisce George Brassens, anche lui nato a Sète, all'origine della tradizione dei grandi "cantautori" genovesi del Novecento italiano, come De André, Paoli, Lauzi, Bindi, Tenco, che si sono ispirati molto agli "chansonnier" francesi. De André, il più noto e amato di tutti, ha iniziato la sua prestigiosa carriera proprio traducendo e cantando alcuni dei brani di Brassens, come "Le Gorille", "Mourir pour des idées", "Dans l'eau de la claire fontaine"...



VOIX VIVES nel cuore di PAROLE SPALANCATE

I due giorni del Festival Voix Vives hanno luogo all'interno del Festival Internazionale di Poesia di Genova denominato Parole Spalancate, il più grande evento di poesia in Italia dal 1995.
Questa unione viene a suggellare la collaborazione ultradecennale tra gli organizzatori dei due Festival.
La presenza di Voix Vives riserva quindi uno sguardo profondo e articolato sulla poesia mediterranea vivente all'interno della consueta programmazione internazionale di Parole Spalancate.

Laboratori, interazioni con il pubblico, coproduzioni con artisti visivi

Sono effettuati laboratori gratuiti di poesia e di scrittura creativa con la partecipazione dei poeti invitati e rivolti sia a bambini che adulti.



Informazioni

Ricevere le nostre informazioni

Seguici su Facebook